Curiosità
Segnalazioni ai SIC
Come avviene la segnalazione ai Sistemi di Informazioni Creditizie

Quando chiediamo un prestito o ci offriamo come garanti, i nostri dati entrano nei SIC, i Sistemi...Leggi tutto

Informazioni sui Prestiti

I Tipi di Prestito

E' sempre più frequente sentire parlare di prestiti, mutui, ipoteche, cessione del quinto dello stipendio o della pensione e prestiti con cambiali, solo per ricordare alcune delle diverse modalità per ottenere in tempi brevi il denaro di cui si abbia necessità, che si tratti di alcune migliaia d'euro oppure di capitali ingenti, come quelli indispensabili per comprare una casa o avviare un'attività imprenditoriale.

I prestiti rispondono, infatti, ad un ampio range di esigenze per quanto concerne le somme richieste, la garanzie offerte, i tempi per ottenere i finanziamenti e le relative condizioni. Per queste ragioni quando si ha necessità di ricorrere ad un prestito è utile informarsi in modo da individuare la tipologia più adatta alle proprie esigenze.

In primo luogo è pertanto opportuno conoscere i tipi di prestiti più diffusi attualmente.

I prestiti si possono dividere tra finalizzati e personali. I primi sono legati all'acquisto di uno specifico bene, pensiamo al finanziamento al quale si può avere accesso per comprare elettrodomestici, automobili ed altri beni durevoli. I prestiti personali, invece, sono richiesti da coloro che hanno necessità di disporre di una certa somma di denaro, a prescindere dalle ragioni che non è necessario illustrare alla banca o alla finanziaria alla quale ci si rivolge.

Oltre che per le finalità. i prestiti si distinguono sulla base delle garanzie offerte, le quali incidono inevitabilmente sull'ammontare della cifra ottenibile, sul tasso d'interesse applicato e sulla possibilità d'avere o meno accesso al credito. La garanzia più nota è quella della casa sulla quale viene accesa un'ipoteca quando si richiede un mutuo, ma non meno importante è la busta paga ed il contratto di lavoro.

Fra i prestiti maggiormente richiesti troviamo, infatti, la cessione del quinto che interessa molti dipendenti i quali si vedono detrarre direttamente dallo stipendio la rata del prestito da restituire ed in ragione di ciò sono relativamente semplici da ottenere da parte di coloro che hanno un contratto di lavoro della durata almeno pari a quella del finanziamento.

Se al contrario non si ha un contratto di lavoro bisogna trovare garanzie alternative alla busta paga, le quali possono essere rappresentate da un'immobile sul quale sia consentito iscrivere un'ipoteca o dalla presenza di un garante che si assume la responsabilità di provvedere al pagamento delle rate qualora il contraente il prestito non ne abbia le possibilità. In questi casi è, inoltre, saggio rivolgersi alla propria Banca di fiducia, dal momento che la fedeltà e la buona reputazione di un correntista potrebbe far superare il problema delle ridotte garanzie offerte per il prestito.

 

Navigare Facile